Recensione #9: EQUAZIONE DI UN AMORE di Simona Sparaco - Eleonora's reading room

venerdì 29 aprile 2016

Recensione #9: EQUAZIONE DI UN AMORE di Simona Sparaco




TITOLO: Equazione di un amore

AUTORE: Simona Sparaco

EDITORE: Giunti

GENERE: Romanzo

PAGINE: 273

DATA PUBBLICAZIONE: 8 marzo 2016

Cartaceo: € 15,30

Ebook: € 9,99



Singapore, una bolla luminosa a misura di gente privilegiata, dove Lea ha scelto di vivere, lasciando Roma. Ha sposato un avvocato di successo che nel tempio finanziario del consumo ha trovato le sue soddisfazioni. Anche se a tratti è punta da una nota di malinconia, la ragione le dice che non avrebbe potuto fare scelta migliore: Vittorio è affidabile, ambizioso, accudente. È un uomo che prende le cose di petto e aggiusta quello che non va; come quando ha raccolto lei, sotto la pioggia, un pomeriggio londinese di tanti anni prima.
Al cuore di Lea invece basta pochissimo per confondersi: l’immagine di un ragazzino introverso, curvo su una scrivania a darle ripetizioni di matematica. Si chiama Giacomo e Lea non ha mai smesso di pensare a lui. L’alunno più brillante, il professore più corteggiato, l’amante passionale, l’uomo codardo. Lea sa bene che deve stargli lontano, perché Giacomo può farle male: c’è un’ombra in lui, qualcosa che le sfugge, ma che lentamente lo divora. Quando una piccola casa editrice accoglie il romanzo che ha scritto, Lea è costretta a tornare a Roma, e ogni proposito crolla. Il passato con tutta la sua prepotenza li travolge ancora una volta, con maggior violenza e pericolo. Secondo i principi della fisica che Giacomo le ha insegnato, nulla può separare due particelle quantiche una volta che sono entrate in contatto. Saranno legate per sempre, anche se procedono su strade diverse, lontanee imprevedibili.

Questo libro mi era stato consigliato dalla mia "libraia" di fiducia e vorrei disegnarvi la scena per farvi capire con quale passione me lo stava consigliando. Sono sicura che non mi avrebbe fatto uscire dal negozio senza averlo comprato.
Dell'autrice, Simona Sparaco, avevo già letto "NESSUNO SA DI NOI" , romanzo a dir poco struggente che ho sempre considerato un capolavoro.
Parliamo invece di "EQUAZIONE DI UN AMORE" . . . da dove parto? cioè, mi emoziono soltanto a ricordarlo.

Vi avverto subito che la mia recensione sarà molto breve, ma solo perchè non voglio svelarvi parti importanti del racconto cosa che vi rovinerebbe completamente la magia di questo libro.
I protagonisti sono Lea e Giacomo, 
essi si conoscono ai tempi del liceo: lei con una grave insufficienza in matematica e lui, ragazzo solitario e apparentemente sofferente, appena trasferitosi a Roma a causa del lavoro del padre.
Giacomo inizia a fare ripetizioni di matematica a Lea, alla quale non gliene importa assolutamente niente di rimediare all'insufficienza, ma solo di poter passare del tempo insieme a lui. Ma Giacomo è strano, sfuggente, vive nel suo mondo fatto di formule ed equazioni, e quando capisce quello che prova Lea nei suoi confronti, prende le distanze.  

Distanze che durano fino al primo esame universitario di Lea...
i due si rincontrano e scoppia una travolgente passione. L'amore di Lea è rimasto sempre lo stesso, come il carattere strano e diffidente di Giacomo.
Ed ecco che da qui parte la lunga trincea amorosa, il perdersi per poi ritrovarsi continuamente che a poco a poco logora Lea nel profondo, fino a quando arriva un punto in qui sembra che Giacomo sia scomparso per sempre dalla vita di Lea..., ma solo fisicamente, perchè nel suo cuore è sempre un macigno fisso.

Arriva Vittorio, marito di Lea che la "salva" facendole iniziare una nuova vita.
I due vivono a Singapore, la città "perfetta" come sembra perfetta la vita di Lea: un marito che la ama, una casa da sogno e una vita economicamente agiata. Ma si capisce subito che questa apparente "perfezione"la sta soffocando.

Il racconto parte con una Lea ormai matura,che deve partire per l'Italia, suo paese d'origine, più esattamente a Roma, dopo che una casa editrice si è interessata ad un suo racconto... ed è proprio qui che il passato torna inaspettatamente a travolgerla.

Vi avverto che questo romanzo è un mare di forti emozioni, o meglio, un mare in burrasca, e che tutto 
si aggira intorno all'equazione di Dirac, considerata come la più bella della fisica quantistica.


Simona Sparaco riesce anche in questo libro a trasmetterci la sofferenza della protagonista lasciandoci poi sorpresi da un finale che nessuno si aspetterebbe mai. 

Un'altra cosa bella è il fatto che abbia messo insieme due città particolarmente diverse: Singapore, come Vi ho già detto la città perfetta, dove tutto scorre in maniera precisa e nella piena tranquillità. E poi c'è Roma (la città del mio cuore, tanto per precisare) che si differenzia dalla prima per il suo essere caotica e in qualche modo "disordinata" e disorganizzata.

Cos'altro dire? beh, questo è sicuramente un capolavoro.
L'autrice scrive in maniera coinvolgente ed ogni capitolo è ricco di contenuti che stimolano la fantasia del lettore catapultandolo nella vita dei personaggi.
Grazie a Simona Sparaco per creare questi capolavori,

Vi consiglio di leggerlo, anzi, come la mia "libraia" di fiducia vorrei "costringervi" a leggerlo immediatamente.
Non ve ne pentirete!
IL MIO VOTO:
(5 su 5)


















2 commenti:

  1. Ciao Ele :) ho ricambiato con molto piacere l'affiliazione ed ho prelevato il tuo banner!
    Questo libro mi incuriosisce moltissimo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te :) mi fa molto piacere.
      Si, questo libro è bellissimo, sicuramente da non perdere. :)

      Elimina

@la_biblioteca_della_ele