dicembre 2016 - La biblioteca della Ele

venerdì 30 dicembre 2016

2017 in arrivo... proviamo a programmare i post settimanali 😊
30 dicembre1 Comments
Il 2017 è alle porte e come si suol dire "anno nuovo vita nuova"!
Ebbene sì, vorrei dare una "nuova vita" al blog, cercando di essere più presente ed aggiornarlo con più costanza quindi ho pensato bene di provare a fare un programma settimanale...
riuscirò a seguirlo?
Questo è un mistero per il momento, ma provare non costa nulla.
Quindi vediamo un pò cosa ho in mente...


Read more
[5 cose che...] 5 letture che mi hanno commossa

venerdì 23 dicembre 2016

[Recensione #33]: LIEVE COME LA NEVE di Chiara Trabalza
23 dicembre 2 Comments

LIEVE COME LA NEVE
di Chiara Trabalza

Lettere Animate
Anno 2016 
Acquistalo QUI
 Camilla è giovane e indipendente, ha un ottimo lavoro in una casa di moda, vive da sola in un delizioso appartamento ed è fidanzata con il suo capo che le regala viaggi e divertimenti. La sua vita perfetta, scandita da ritmi frenetici e serate mondane, viene sconvolta dalla notizia della morte di sua sorella con la quale non parla ormai da otto anni. Ma il destino ha in serbo per lei un altro imprevisto. Le viene data in affido una bambina, sua nipote Viola, di cui lei ignorava perfino l’esistenza. Viola si rifiuta di parlare, non comunica con il mondo esterno e trascorre le giornate da sola, chiusa nel suo silenzio. Camilla dovrà imparare a camminare in punta di piedi tra quei dolorosi silenzi, percorrendo la strada dei ricordi fino al giorno in cui sua sorella divenne per lei una nemica. Perché negli occhi verdi e malinconici di quella bambina si nasconde il segreto che ha diviso tanti anni prima le due sorelle, un segreto pesante come un macigno. Ma ci vuole coraggio per riaprire la porta del passato. E proprio quando Camilla penserà di non farcela scoprirà di non essere sola. Il suo misterioso e riservato vicino di casa le farà scoprire un nuovo modo di amare e tornerà a farle battere il cuore. Perché solo un amore profondo può rimarginare le cicatrici di un passato doloroso. Una storia emozionante e intensa, dolce e delicata come una favola..
RECENSIONE


Ho terminato qualche giorno fa questo libro e dovevo un attimo riorganizzare le idee (e soprattutto le emozioni) per riuscire a scrivere un'opinione che potesse provare a farvi capire tutta la bellezza e il sentimento che racchiude questa storia. 

Inizialmente può sembrare il solito romanzo con la solita storia d'amore trita e ritrita, ma dopo aver letto le primissime pagine si inizia a capire che stiamo per scoprire una storia tutt'altro che rivista, ma un qualcosa di molto particolare.
Se potessi riassumere la mia opinione in poche parole Vi direi subito che questo romanzo , pagina dopo pagina, mi ha emozionato in una maniera tutta sua. 

Voglio soffermarmi subito sui personaggi:
l'autrice attraverso ogni parola riesce ad immergere completamente il lettore nella vita della giovane Camilla, una vita che viene stravolta dall'arrivo del tutto inaspettato di Viola, una bambina che a soli 5 anni ha dovuto sopportare il dolore immenso di perdere la madre, di trovarsi completamente sola e di dover essere catapultata in una nuova vita.
Ed è proprio parlando di Viola che vorrei complimentarmi infinitamente con l'autrice per averci fatto " sentire sulla pelle" lo stato d'animo, i pensieri, i sentimenti e il dolore di questo personaggio così delicato.

Ho adorato profondamente anche  Andrea, questo vicino di casa dal passato misterioso e dal cuore grande, una di quelle persone che si mostra sempre felice senza far vedere che invece, dentro,  ha qualcosa che gli lacera il cuore.
Andrea reincarna un pò la figura del ragazzo "perfetto", quello sempre gentile e premuroso, ma che ha sua volta, secondo me, ha tanto bisogno lui stesso di sentirsi amato.

Estremamente toccante, poi, è sicuramente questo rapporto rimasto in sospeso tra Camilla e sua sorella Alessia. Un passato burrascoso che ormai non può essere cambiato, un legame spezzato anni prima che purtroppo non potrà mai essere ricucito.
E sembra come che,con l'arrivo di Viola, Camilla abbia un'ultima possibilità per "riavvicinarsi" a sua sorella, un ultima chance per rimettere insieme quel sentimento fraterno andato in frantumi e vi giuro che scrivendo queste ultime quattro righe ho già i lacrimoni perché è la parte della storia che forse ho preferito e che mi ha fatta senza dubbio emozionare e riflettere.


Consiglio veramente a tutti di leggere questa opera meravigliosa di Chiara Trabalza, perché è sicuramente uno di quei libri che difficilmente dimenticherete e che si impossesserà del vostro cuore dalla prima all'ultima pagina

"LIEVE COME LA NEVE" è amore, amore sincero e profondo.

VOTO
5/5



Read more

martedì 13 dicembre 2016

[Recensione #32]: THE BOY BAND - li amavo da morire - di Goldy Moldavsky
13 dicembre 2 Comments
THE BOY BAND - li amavo da morire 
di Goldy Moldavsky

DeAgostini
anno 2016
Acquistalo QUI

Hadley ha quindici anni e una vera e propria ossessione per i Ruperts, la boyband del momento. Ecco perché, insieme alle sue tre amiche del cuore, affitta una stanza nello stesso hotel di New York dove alloggerà il gruppo. Spera di poter incontrare almeno per un attimo i suoi idoli. Ma le cose prendono una piega del tutto inaspettata: quando una delle ragazze incontra Rupert P, il membro meno amato della band, ma pur sempre il suo preferito. Incapace di contenere l'entusiasmo, gli si getta al collo con tanto slancio che finisce per tramortirlo. In un attimo, il poveretto si ritrova nella camera delle fan, legato e imbavagliato. Il suo telefonino sequestrato e tutti i suoi segreti nelle mani avide delle quattro amiche. Hadley però si sente in colpa ed è pronta a tutto per liberarlo. Anche a rischiare il carcere o, peggio ancora, a litigare con le amiche. Per chiarirsi le idee lascia la stanza per pochi minuti, pochi minuti soltanto. Ma al suo rientro il cantante è morto. Tutte e tre le amiche si dichiarano innocenti, eppure... Hadley sa che non può più fidarsi di nessuno. Così, in una lunga notte piena di colpi di scena, dovrà prendere la decisione più difficile della sua vita: tradire le amiche e confessare tutto, oppure tradire il grande amore - I Ruperts - e farla franca.



Finalmente riesco a parlarvi di questo romanzo YA che mi ha piacevolmente sorpresa.
Come si capisce dalla trama , entriamo nel mondo (o nel delirio) dei fandom (cosa è un FANDOM? Clicca QUI)  , in questo caso formato da fan completamente pazze per la boyband del momento: i Ruperts, coloro che hanno cambiato, in meglio, la vita di Hadley, la voce narrante del romanzo e sicuramente la fan più tranquilla all'interno del suo folle gruppo di amiche.
 "Le ragazze come me, le vere fan, hanno una pessima reputazione: dicono che siamo strane, fissate, pazze, insomma da manicomio. Ma non capiscono. Solo perchè siamo fan non significa che siamo fuori di testa."
Ho avuto 15 anni anch'io e avevo sicuramente le mie "cotte" in questo campo. Amavo alcune band, ma non manifestavo questo "amore" in modo malato come forse si fa al giorno d'oggi.

Sono una persona molto curiosa e mi piace rimanere aggiornata con i tempi informandomi sulle mode del momento e ciò mi porta spesse volte a curiosare tra i fandom che nascono sui social. Tanti sono gruppi tranquilli, dove ci si scambiano pareri, foto, pettegolezzi e chi più ne ha più ne metta, ma altri sono la pazzia totale!!!
Ho visto delle ragazze fare delle cose veramente folli, anzi, MALATE, pur di farsi notare dai componenti delle proprie band , varcando sicuramente l'estremo .
E l'autrice di questo libro,  Goldy Moldavsky, ci racconta in maniera ironica proprio questo.

 "Era così che ci vedeva il mondo esterno? Imbecilli che saltellavano sulle punte dei piedi, con grandi sorrisi stupidi e condotti lacrimali pronti ad allagarsi per la caduta di un cappello, o più probabilmente, per il battito di ciglia di un cantante? Perché, ve lo dico subito, era una visione spaventosa."

I personaggi che troviamo nella storia sia Hadley ed il suo gruppo di amiche che i componenti della band, sono inizialmente stereotipati al massimo: ragazze folli pronte a strapparsi i capelli per i loro idoli  e ragazzi che vengono acclamati molto di più (se non esclusivamente) per la loro bellezza estetica che per la musica che fanno.
Però non voglio assolutamente dire che seguire una boy band abbia solo lati negativi anche perché , come nel caso delle protagoniste, l'amicizia può nascere proprio quando abbiamo si segue la stessa corrente e si hanno gli stessi gusti in comune.
L'unico lato negativo, come per tutte le cose, arriva quando si esagera ed è proprio su questo che secondo me questo romanzo ci fa riflettere.
Perché Goldy Moldasky oltre a far ridere di gusto il lettore lo porta inevitabilmente a riflettere su quell'amore morboso e ossessivo non verso le persone vere e proprie, ma verso la loro facciata e sul loro impatto nel mondo sociale.
 "Era tutto qui? Erano soltanto ragazzi. Togliete il gruppo, le luci, il successo e le fan urlanti, ed erano soltanto ragazzi, scelti da noi come oggetto della nostra ossessione."
Parola dopo parola ci immergiamo nella storia vivendo ogni vicenda proprio come se fossimo lì con Hadley e le sue pazze amiche.
Viviamo le emozioni, le insicurezze e le paure di queste adolescenti "intrappolate" in questa forte corrente ossessiva. 


Uno stile di scrittura ricco ed allo stesso tempo semplice che rende il testo molto scorrevole , un testo che nella seconda parte della storia ci porta quasi ad un colpo di scena spezzando la convinzione iniziale di arrivare ad un finale scontato.

Storia spassosa, frizzante, riflessiva, critica e matura che consiglio a tutti di leggere.



VOTO
4/5


CONOSCIAMO L'AUTRICE . . .


Goldy Moldavsky è nata in Perù ma è cresciuta a Brooklyn, dove vive tutt’ora. Ha studiato giornalismo al college, dove ha intervistato alcune celebrities "cool" per il giornale della scuola. Quindi ha realizzato che sarebbe stato molto più divertente inventare storie su queste celebrità: ed è quello che fa nei suoi scritti. Alcuni dei suoi riferimenti sono Buffy l' ammazzavampiri, i lavori di John Irving, le telenovelas messicane con le quali è cresciuta, guardandole insieme alla madre. The Boy Band (titolo originale "KILL THE BOY BAND" ) è il suo romanzo d’esordio, ed è autobiografico solo in parte.
Read more

giovedì 1 dicembre 2016

[Uscite librose del giorno]: Newton Compton editori - 01 Dicembre 2016
01 dicembre0 Comments


NON ASPETTERO' CHE TE
di Alessandra Paoloni

'Clarissa, costretta a partecipare alla festa in maschera organizzata dal suo capo, non vede l’ora di tornarsene a casa, quando a un certo punto la serata prende una piega inaspettata: un uomo misterioso celato dietro la maschera del Fantasma dell’Opera la seduce come nessuno ha mai osato fare. Sconvolta e sorpresa, Clarissa si chiede chi sia l’affascinante e audace sconosciuto, senza riuscire a darsi una risposta. Almeno fino a quando non scopre che Lorenzo, un suo vecchio compagno di classe del liceo, lavora nella sua stessa azienda. Proprio quando il mistero sembrerebbe risolto, al lavoro iniziano a verificarsi alcuni inspiegabili incidenti… Cosa nasconde Lorenzo? Quella nuova e improvvisa attrazione, riaccesa a distanza di anni, basterà per salvarli entrambi? O il tempo è destinato ad avere la meglio sul sentimento?'



I MEDICI
UN UOMO AL POTERE

di Matteo Strukul

'Firenze, 1469. Lorenzo de’ Medici sta vincendo il torneo in onore della sua sposa, Clarice Orsini, appena giunta a Firenze per le nozze con l’uomo che diventerà il Magnifico. Questo matrimonio non è un passo facile per Lorenzo: il suo cuore – ne è convinto – appartiene e sempre apparterrà a Lucrezia Donati, donna di straordinaria bellezza e fascino. Eppure asseconderà il volere della madre e rafforzerà l’alleanza con una potente famiglia romana. Chiamato a governare la città e ad accettare i costi e i compromessi della politica, diviso fra amore e potere, Lorenzo sottovaluta i formidabili avversari che stanno tramando contro di lui per strappargli la guida di Firenze. Girolamo Riario, nipote di papa Sisto IV, dopo aver sobillato Jacopo e Francesco dei Pazzi, storici nemici della famiglia de’ Medici, e stretto alleanza con Francesco Salviati, arcivescovo di Pisa, concepisce una congiura il cui esito per Lorenzo sarà terribile: il fratello Giuliano verrà brutalmente ucciso davanti ai suoi occhi. E da quel momento si aprirà un periodo di violenza e vendetta da cui in pochi si salveranno… '




I 50 DELITTI CHE HANNO CAMBIATO L'ITALIA
di Luca Steffenoni


'La storia dell’Italia è stata più volte segnata da delitti che non sono rimasti semplici fatti di cronaca ma hanno scosso tutta l’opinione pubblica e in alcuni casi hanno rappresentato svolte cruciali. Luca Steffenoni, esperto di criminologia, descrive un secolo e mezzo di delitti famosi, risolti, finiti in clamorosi errori giudiziari o tuttora avvolti nel mistero. Dal primo grande processo penale ad Antonio Boggia, a pochi mesi dall’Unità, conclusosi con l’ultima condanna a morte, all’attentato a re Umberto I nel 1900; dal delitto Matteotti nell’epoca fascista agli “incidenti” mortali di Enrico Mattei e Giangiacomo Feltrinelli; dagli attentati mafiosi a Peppino Impastato, Falcone, Borsellino, ai casi di cronaca nera più legati alla sfera familiare: nel lontano passato, ad esempio, il caso della contessa Lara o lo scandalo del secolo legato al nome di Wilma Montesi; ai giorni nostri Erica e Omar, Cogne, Erba. Nella società poi si è andato sempre più affermando il principio per il quale non è la morte in sé a fare notizia, ma l’ambiente nel quale essa matura, e la sua successiva ricostruzione mediatica.'
Read more

@la_biblioteca_della_ele