[Recensione #46]: "TRE VOLTE TE" di Federico Moccia (#TreVolteTrash) - Eleonora's reading room

martedì 2 maggio 2017

[Recensione #46]: "TRE VOLTE TE" di Federico Moccia (#TreVolteTrash)




Titolo: TRE VOLTE TE
Autrice: Federico Moccia
Editore: Casa Editrice Nord
Pagine580
Data pubblicazione: 18 aprile 2017
Acquistalo QUI 


Come finirà la storia di Step, Babi e Gin? 
DOPO TRE METRI SOPRA IL CIELO E HO VOGLIA DI TE, L'EPISODIO CONCLUSIVO DELLA STORIA DI BABI, STEP E GIN



Sono passati sei anni dall’ultima volta che Step ha incontrato Babi, la ragazza che prima gli ha fatto scoprire l’amore e poi gli ha spezzato il cuore. Adesso Step è una persona molto diversa ed è felice con Gin, la donna che ha perdonato i suoi errori e che gli ha insegnato ad amare di nuovo. Ma ecco che, inaspettatamente, Babi torna come un tornado nella sua vita, e Step è costretto a riconsiderare tutte le sue scelte, a mettere in discussione tutte le sue certezze.





RECENSIONE 
  *******CONTIENE SPOILER********

Sinceramente non sapevo se scriverne oppure no una recensione e ben presto capirete il perché.
Avevo iniziato la lettura di "TRE VOLTE TE" presa dalla curiosità di scoprire che fine avessero fatto i tanto amati personaggi di 3MSC. 
Purtroppo però, troppo presto, ho capito quanto fosse deludente questo libro.
Arrivata forse a metà avevo deciso di terminarne la lettura perchè la mia mente si stava rifiutando di continuare ad immagazzinare una lettura del genere quindi ho spento il kindle senza pensarci oltre.

Avevo letto già quel che bastava per capire quello che avevo di fronte, ma poi ho pensato che se volevo recensirlo, se volevo parlarne con voi lettori, avrei dovuto (anche se con fatica) provare a portare a termine la lettura.
Così ieri sera ho riacceso il kindle e sono ripartita dal punto in cui lo avevo abbandonato.

Allora,
cosa dirvi...

Questo libro è stata una grandissima delusione, ma non tanto per la storia in se quanto per l'autore.
Infinite pagine colme di scene inutili, descrizioni estenuanti di personaggi che non sono importanti al fine della storia.

Potete darmi della noiosa, della criticona, dell'esagerata ma non capisco, NON CONCEPISCO come un autore come Federico Moccia, un uomo di quell'età, possa trattare determinati argomenti con tanta superficialità e pochezza.

Mi riferisco alla scoperta da parte di Step di essere padre, di aver avuto anni prima un figlio che Babi gli ha tenuto nascosto: la reazione pseudo-poetica di Step è completamente surreale, troppo lontana dal come reagirebbe qualsiasi essere vivente ad una notizia del genere. 

Ma passiamo alla cosa fondamentale, la malattia di Gin,
la cosa che mi ha disgustata al massimo.

Caro mio Federico Moccia, lei non puoi permettersi di raccontare una cosa tanto grave quanto il cancro, con tanta superficialità, utilizzandola in maniera banale soltanto per togliere di torno un personaggio scomodo che all'interno della storia sembra essere un ombra od una comparsa non importante ai fini del racconto.
Scrive che Gin non mostra i segni della chemio, ma stiamo scherzando? Lei si rende minimamente conto della grave stupidaggine che ha scritto?
Quando mai le persone che PURTROPPO devono subire tale trattamento non ne portano i segni?
Si rende conto della cosa che ha scritto?
Non ho parole.

Comunque, voglio chiudere questa mia recensione/sfogo, perché credo che non debba regalargli altro tempo che potrei dedicare ad altre letture.
Un libro del genere, che trasuda trash e messaggi sbagliati da tutti i "pori",  posso aspettarmelo da un adolescente non da un autore come Federico Moccia.

Sono amareggiata
prendete questa recensione come un mio sfogo personale.

VOTO:
animal, animals, avatar, black, cat, catty, danger, evil, fantasy, halloween, head, horror, kitty, lovely, monster, pet, phh, problem, pussy, scary, spooky, tomcat icon
(1/5)




3 commenti:

  1. Cara Eleonora, già pensavo molto poco bene di questo libro, ma dopo aver letto questa recensione sono ancora più convinta che sia spazzatura. Poveri alberi che sono stati trasformati in questo orrendo libro. Federico Moccia poteva farci "fesse" quando eravamo delle ingenue liceali, ma adesso proprio no!

    RispondiElimina
  2. Ho diversi libri di Moccia ma li devo ancora leggere .. non ho letto la tua recensione perchè non voglio scoprire il libro spero di leggerlo presto ..
    Ti invito a questo link party spero ti faccia piacere
    https://lovingbooks89.blogspot.it/2017/04/link-party-consiglia-tre-libri-in-base.html

    RispondiElimina
  3. Ciao Eleonora, meno male che ho letto la tua recensione perché ho avuto la vaghissima idea di leggere questo libro, da adolescente ero rimasta folgorata da "Tre metri sopra il cielo" per poi rimanere delusa successivamente da "Ho voglia di te". Già quello era mediocre rispetto al primo ma passabile. Ora credo proprio che lascerò perdere!

    RispondiElimina

@la_biblioteca_della_ele