[Recensione #62]: "C'è chi dice di volerti bene" di Sara Gazzini


Come promesso, ecco la mi prima recensione per il mese di ottobre, che va a spuntare il primo obiettivo della mia TBR di questo mese. 
Il libro di cui vi andrò a parlare mi aveva colpito praticamente sin da subito: dopo aver letto la trama è stato amore a prima vista. 
Avevo bisogno di una lettura originale, che si allontanasse un pò da ciò che ho letto ultimamente e , scoprendo l'uscita di questo romanzo, ho colto la palla al balzo.

TITOLO: "C'è chi dice di volerti bene"
AUTRICE: Sara Gazzini
EDITORE: Harper Collins
DATA PUBBLICAZIONE: 5 ottobre 2017
560 pagine 
È scesa la sera su un giovedì di ottobre qualunque. In un seminterrato di Firenze si sente il rumore dei passi di otto paia di gambe femminili. Non sono lì per caso. Sono le "Innamorate Anonime". Dipendenti da una spunta blu di Whatsapp, da un like di Facebook, da quella maledetta suoneria di un cellulare sempre muto. Ognuna di loro soffre per un amore sbagliato, mancato, rimpianto, mai vissuto. Ognuna di loro ha bisogno di guarire dal mal d'amore. Chi non ha mai desiderato qualcuno che avesse tutte le risposte giuste alle domande su una relazione amorosa? Che sapesse leggere tra le righe di una battuta ammiccante, come farsi desiderare, rispondere a tono a un messaggio ambiguo. Che sapesse quando è giusto crederci. E quando invece è meglio scappare a gambe levate senza voltarsi indietro. Caterina, Sveva, Giulia, Bianca e le altre quel qualcuno l'hanno trovato. È la massima esperta nel settore. Una laurea in psicologia, un master negli Stati Uniti, una sfilza di conferenze tutte sold out. La loro dottoressa è una love coach e per lei l'amore (ma anche un SMS) non ha segreti. Per questo ha istituito i giovedì di terapia di gruppo per le sue Innamorate anonime: per salvarle, per riportare la razionalità nei loro cuori infranti, per insegnare loro lo spirito di autoconservazione. Detto anche semplice buon senso. Ma è davvero possibile imparare l'amore dalle teorie? Le otto donne (più una) hanno un'intera notte davanti per scoprirlo. E per scoprire la verità su sé stesse e anche sulla dottoressa...


                           

L'ho adorato! L'ho adorato!! L'ho adorato!!!
E' con queste tre esclamazioni, identiche tra di loro, che voglio iniziare la mia recensione. 
Questo libro, con le sue riflessioni e con i suoi insegnamenti, ha rapito sia il mio cuore che la mia mente.

Mi sono completamente immersa nella storia sin dalle prime righe, perché l'incredibile stile dell'autrice ti cattura e ti catapulta dentro i capitoli, quasi come se anche tu fossi seduto lì, accanto alle altre protagoniste, ad ascoltare in prima persona le loro vicende:
vicende personali, intime, raccontate (e commentate) con quella  giusta dose di ironia, senza mai cadere sul banale.

Questo libro ci da dei grandi insegnamenti,
ci parla della realtà di tutti i giorni, di donne che cercano l'amore a tutti i costi, che si sentono sbagliate, non accettate o non all'altezza
e tutto perché dipendono da uomini che le usano e le gettano come se fossero carta straccia, che non le fanno sentire importanti ed amate.


«Se provi a cercare il significato di dipendenza in rete sai quale trovi tra i primi?»

«No, quale?»
« L'incapacità di fare a meno di una persona. Purtroppo esistono rapporti che non c'entrano nulla con l'amore o con la passione. Sono ossessioni, competizioni a perdere, sfide mancate, lacune che si colmano con l'emotività dell'altro »

La dottoressa (o Love Coach), voce narrante di tutta la storia, le aiuta in un percorso di "guarigione", aiutandole a scoprire tutte le verità sulle loro delusioni in modo che esse possano cavalcarle, lasciandosi il dolore alle spalle e che siano pronte per il futuro.
Soprattutto le aiuta a ritrovare se stesse, a bastarsi e ad accettarsi.

Se vi state chiedendo cosa mi è piaciuto di questo romanzo la mia risposta può essere soltanto una: "TUTTO".
"Tutto" perché secondo me non gli manca nessun ingrediente.
Mi ha convolta (ed in certi casi stravolta), mi ha fatto ridere a crepapelle e mi ha fatto battere il cuore per l'emozione. 
E' uno di quei libri che ti fa riflettere e che ti da tanti insegnamenti,
attraverso un linguaggio semplice e schietto e che allo stesso tempo ti tocca nel prondo.
E poi ci sono tutti quei dialoghi che, pagina dopo pagina, ti catturano completamente e ti "parlano" con la massima realtà, senza nasconderti nulla.
Il tutto scritto in maniera sorprendentemente scorrevole, tanto che ho finito di leggerlo in poche ore.


Sono contenta di aver conosciuto questa autrice straorinaria, Sara Gazzini, di cui spero di leggere prima possibile altri suoi lavori e posso affermare che questo è uno dei libri più belli che io abbia letto quest'anno. 

Non mi resta che consigliarvelo a gran voce,
promuovendolo a pieni voti.


IL MIO VOTO:
bookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star icon
5/5

«E' incredibile» «Che cosa?» «Che si possano ottenere il desiderio e l'attenzione di mille persone e sentirsi comunque sole.Mentre è sufficiente che ci sia soltanto una persona nella nostra vita - quella giusta, quella che amiamo con cuore sincero per sentirci uniche,uniche al mondo» 



Nessun commento:

Posta un commento