[Recensione #63]: "Mirror Mirror" di Cara Delevingne - con Rowan Coleman


"Today is the day"
Esce oggi, 10 ottobre, il tanto atteso libro di Cara Delevinge e Rowan Coleman, "Mirror Mirror" e ringraziando la casa editrice DeAgostini che mi ha dato la possibilità di leggerlo in anteprima, oggi vi dico cosa ne penso.



TITOLO: "MIRROR MIRROR"
AUTRICE: Cara Delevingne (con Rowan Coleman)
EDITORE: DeAgostini
DATA PUBBLICAZIONE: 10 ottobre 2017
356 pagine 

Red, Leo, Naomi e Rose. Quattro ragazzi diversi ma uniti da un’unica passione: la musica. È stata la musica a renderli non solo una band, i Mirror, Mirror, ma anche una famiglia. Inseparabili. Almeno fino al giorno in cui Naomi è scomparsa nel nulla e la polizia l’ha ritrovata in condizioni disperate sulle rive del Tamigi. Da quel momento niente è più stato come prima: uno specchio si è rotto e un pezzo si è perso per sempre nelle vite di Red, Leo e Rose. Perché Naomi era la più solare di tutti, l’amica migliore del mondo. Ma in fondo al cuore nascondeva un segreto… Un segreto inconfessabile che nemmeno Red aveva fiutato e che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. E mentre Rose si abbandona agli eccessi e Leo si chiude in se stesso, Red non accetta il destino dell’amica: ha bisogno di sapere, di capire. Che cosa ha ridotto Naomi in quello stato? Può davvero trattarsi di un tentato suicidio come crede la polizia? Per scoprire la verità Red dovrà trovare la forza di guardarsi allo specchio, conoscersi e imparare ad amarsi per quello che è. Perché, a volte, bisogna accettare che niente è ciò che sembra e che la realtà può essere capovolta.


             


Questa volta voglio partire diversamente, 
voglio partire dicendo che ci sono stati fin troppi pregiudizi su questo libro da molto tempo prima che uscisse. 
E se non si giudica un libro dalla copertina, non si deve giudicare nemmeno da un nome scritto su di essa.
Uno può partire con poche aspettative, ma non con pregiudizi.

La mia recensione parte quindi con una critica rivolta a tutti coloro che giudicano un testo prima ancora di leggerlo: questa volta vi siete sbagliati, questo libro va ben oltre i vostri appellativi. 

Dalla prima all'ultima pagina ho trovato un romanzo Young Adult eccellente per l'età a cui è mirato che, secondo me, contiene tanti spunti riflessivi molto importanti e soprattutto parla di realtà,
quella realtà in cui vivono le nuove generazioni, la pesantezza di una società che sembra imporre la perfezione a tutti i costi,  la forza brutale dei giudizi altrui.
Tutto ciò raccontato con estrema precisione e delicatezza.

Ho apprezzato molto anche i personaggi, la scelta dei loro caratteri e lo scoprire passo dopo passo le loro vite "prima" e "dopo" la band.
Inoltre Red, la voce narrante della storia, mi ha particolarmente colpita anche perché se nella prima parte lo conosci attraverso un determinato punto di vita, in un secondo momento rimani quasi "sconvolto" nel scoprirlo sotto un'altra veste. 
Sconvolgente è anche la sua situazione familiare, purtroppo paragonabile a quella di tante altre famiglie, dove lui si ritrova incapace di gestirne i problemi e soprattutto inerme di fronte ad una madre che si sta auto distruggendo  ed un padre troppo impegnato nella sua vita al di fuori dalle mura di casa, per potersi occupare dei figli e della moglie.

Non voglio raccontarvi nulla della storia, non vorrei rischiare di rovinarvene la lettura perché il lato più bello di questo libro è forse proprio quello di essere quasi una "scatola chiusa", un qualcosa che non ti aspetti perché personalmente mi ero fatta un'idea ben diversa prima di iniziare a sfogliarlo. 
E' poi difficile staccare gli occhi dalle pagine perché capitolo dopo capitolo ti ritrovi ad essere impaziente e curioso di scoprire la realtà, di conoscere tutte le verità e di verificare se le idee che ti eri fatto all'inizio sono giuste o se sono completamente l'opposto di ciò che poi, piano piano, esce fuori dalla storia. 

Per quanto riguarda lo stile narrativo, la lettura è molto scorrevole, piacevole e coinvolgente. 
E' sicuramente un genere consigliabile ad un età adolescenziale che però non guasta nelle librerie dei più grandicelli, come me.

IL MIO VOTO
bookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star iconbookmark, favorite, favorites, favourites, hit, like, low, rating, star icon
4/5

"Quando ho iniziato a scrivere Mirror,Mirror, volevo raccontare una storia che desse un'immagine realistica degli anni turbolenti e imprevedibili dell'adolescenza e creare personaggi in cui tutti potevano identificarsi.Volevo che fosse un libro sul potere dell'amicizia,e sulla forza che ti dà l'avere accanto delle persone a cui vuoi bene e di cui ti fidi"
Cara Delevingne



Nessun commento:

Posta un commento